Home » La colazione Kollath

La colazione Kollath

Le Cure / Alimentazione e Salute

Nella concezione yogica, l’alimentazione ideale dovrebbe essere predominante SATTWA, il più naturale e possibilmente cruda. Purtroppo, la civiltà ha reso l’uomo debole, delicato, non più capace a digerire verdure e cereali crudi. Il professor KOLLATH, dietologo e medico, ha trovato il modo di rendere digeribili i cereali senza cuocerli, grazie alla colazione che gli porta il nome. Questo pasto desidera rendere assimilabile la farina senza ebollizione e con l’aggiunta di frutta renderlo il più piacevole possibile, completando allo stesso tempo il suo valore alimentare.

MODO DI PREPARAZIONE
La ricetta di base per una persona:
30-40 grammi (2-3 cucchiai) di farina fresca di frumento integrale;
3-5 cucchiai d’acqua;
1-2 cucchiai di succo di limone fresco;
15-20 grammi di frutta secca, eventualmente tritata;
100 grammi di mele grattugiate al momento di servire o qualsiasi altra frutta locale, di stagione e matura;
1 cucchiaio di mandorle, noccioline o noci (a scelta) sbriciolate, da spargere sul tutto.

La sera, versare in un recipiente 30 o 40 grammi di farina fresca di grano (macinato in quel momento da voi con il macinacaffè o altro); poi aggiungere 3-5 cucchiai di acqua (non adoperare mai il latte). Agitate molto bene e lasciare il tutto a temperatura ambiente (+ 20 °C) fino alla mattina. Per tutta la notte il frumento si gonfia, diventa una pasta in cui avranno luogo trasformazioni chimiche e fermentazioni di grande valore dietetico. In un altro recipiente fate ammorbidire 15 grammi di frutta secca tritata (uva passa, fichi, datteri ecc.).
Il mattino seguente, mescolare il contenuto dei due recipienti, utilizzando l’acqua dove era la frutta secca; in seguito, aggiungere da uno a due cucchiai di succo di limone fresco. Aggiungere poi i 100 grammi di mele (o pere) grattugiate o altra frutta di stagione molto matura, come: fragole, ciliegie, prugne, albicocche, ecc. Spargere sull’impasto noci, noccioline o mandorle macinate. Per variare, ognuno può aggiungere a scelta panna fresca o un cucchiaio di miele. La mela verrà grattugiata al momento di mangiare, per evitare l’ossidazione. Quindi il pasto sarà pastoso ma non liquido.

L’uso della “colazione KOLLATH” garantisce i seguenti effetti:
a) stato di sazietà per almeno 4 ore, nessun tipo di stato di falsa fame al mattino, l’assenza dell sensazione di pesantezza dello stomaco;
b) la regolazione armoniosa del peso. Le persone che desiderano perdere peso non avranno la sensazione di fame prima del pasto e saranno in grado di sopportare anche una porzione ridotta. Al contrario, quelli che desiderano acquistare peso in modo equilibrato constateranno che ogni funzione digestiva sarà nettamente migliorata e il loro peso crescerà. Anche se sembra paradossale, tutto è perfettamente logico;
c) l’eliminazione della costipazione, fattore principale dell’autointossicazione;
d) la disintossicazione, in quanto questo pasto cancella la stanchezza e lo sfinimento fisico, indice di un accumulo di tossine più che di una reale stanchezza;
e) l’aumento dell’efficienza fisica ed intellettuale;
f) l’instaurarsi di una netta sensazione di benessere generalizzato, risultato di un buon equilibrio biologico;
g) l’apparire di una sensazione di soddisfazione e gioia interiore che allontana qualsiasi desiderio di eccitanti psicodinamici (caffè, tabacco, alcool);
h) il miglioramento del potere di concentrazione, in quanto allevia il lavoro dell’apparato digerente. Non dimenticate che la digestione impiega, in genere, il 70% dell’energia nervosa disponibile;
i) una maggiore resistenza allo stress e agli stati di tensione nervosa;
j) il miglioramento della composizione del sangue. Inoltre, la pelle diventa fresca, giovanile, grazie alla rigenerazione delle cellule del derma dovuta ad un’ottimale irrorazione dei tessuti sottocutanei;
k) la vitalità, la lucentezza e la morbidezza dei capelli. Sono stati segnalati innumerevoli casi dove l’uso costante di questa formula ha eliminato l’imbiancamento dei capelli e ha permesso il ritorno al colore normale dei capelli;
l) la fortificazione e la brillantezza delle unghie;
m) il miglioramento dello stato di salute dei denti. Sono segnalati casi dove la piorrea, affezione sino ad oggi senza rimedio, è stata non solamente bloccata ma anche regredita. I denti si sono rinforzati nei loro alveoli;
n) la fortificazione dello scheletro.

I cereali e la frutta sono saggiamente dosati in questa formula. L’aroma della farina macinata fresca si unisce al sapore della frutta.

Preparato con attenzione, questo pasto può essere considerato un dolce sui-generis, dove si può variare all’infinito la composizione, secondo l’ispirazione ed in base alla frutta di stagione. La frutta aggiunge alla farina la sua freschezza succosa ed eccita le ghiandole salivari permettendo una migliore preparazione del bolo alimentare e quindi una migliore assimilazione con un minimo dispendio d’energia. Le vitamine del complesso B dalla farina fresca si aggiungono alle vitamine della frutta. Gli acidi organici della frutta fresca sono neutralizzati dai carboidrati del grano. La preparazione è semplice e facile, senza complicazioni o cotture. E’ molto vantaggiosa di mattino quando disponiamo di poco tempo.

Memory: 6 mb, MySQL: 0.0004 s, 0 request(s), PHP: 0.0466 s, total: 0.0470 s, document retrieved from cache.