Home » Yoga: una breve definizione

Yoga: una breve definizione

Yoga

Conosciuta in Occidente sotto forme volgarizzate e degradate, lo YOGA è una meritevole scienza dell'essere umano e rappresenta simultaneamente una disciplina spirituale estremamente rigorosa che può essere tradotta nella lingua italiana come : UNIONE, COMUNIONE, FUSIONE, METTERE ALL'UNISONO .

Nella lingua sanscrita, il senso originario della parola YOGA è “ATTACCO (TIRO)” e corrisponde ad una rappresentazione della psiche umana il cui significato è essere guidato da cavalli impazziti (la facoltà dei sensi, le passioni), i quali si sforzano di padroneggiare il conducente della carrozza a cavalli (l’intelletto BUDDHI).

Questa immagine è stata menzionata nelle più vecchie scritture della saggezza orientale, le UPPANISHDE, e nella loro visione quest'anima esausta potrebbe essere guidata in modo irrimediabile nell’abisso, se non si utilizzasse lo YOGA, metodo che permetterà di padroneggiare i cavalli e anche di scendere dalla carrozza, oppure con altre parole di arrivare alla Realizzazione Ultima.

La più vecchia presentazione del sistema YOGA si trova in YOGA-SUTRAS di PATANJALI (SEC I I.C.). Essendo estremamente condensato, per colui che non ha praticato o non pratica lo YOGA, questo testo rimane in grande parte enigmatico.

Lo YOGA come metodo di liberazione spirituale

In Oriente, essendo lo scopo della vita il perfezionamento, ossia la maturità spirituale che permette all'essere umano di salvarsi dal ciclo delle rinascite e delle morti, YOGA, nella sua qualità di metodo di liberazione spirituale, gioca in modo evidente un ruolo centrale.

Una simile realizzazione spirituale può essere toccata solo attraverso la conoscenza preliminare e il controllo, ottenuti grazie ad una metodologia molto rigorosa, degli elementi costitutivi degli esseri umani, specialmente di quelli che realizzano la trasmigrazione dopo la morte. Il corpo sottile, si scioglie solo dopo la liberazione finale, quando sopravvivrà, purificato, solo l’intelletto e la coscienza assoluta e incondizionata, “PURO ESSERE – PURA COSCIENZA – PURA BEATITUDINE”. (SAT – CIT - ANANDA)

Attraverso la liberazione spirituale, l’essenza individuale suprema – ATMAN (Il nostro Se Supremo immortale) si identifica, però senza sparire, con il Principio Supremo PARAMATMAN, oppure BRAHMAN (DIO). Qualsiasi altra modalità delle varie forme di YOGA, messe in azione, avrebbe, senza eccezione, questo unico obiettivo supremo.

Memory: 6 mb, MySQL: 0.0004 s, 0 request(s), PHP: 0.0425 s, total: 0.0429 s, document retrieved from cache.